Feste e Sagre

Degustare ricordando il passato

Selezionate il mese

Eventi durante l'Anno

Luogo Perugia
MOSTRA MERCATO COLLEZIONISMO

Rassegna Antiquaria, che si svolge tra la Rocca Paolina e i Giardini Carducci l'ultima Domenica di ogni Mese e il Sabato antecedente in piazza Italia e nei Giardini Carducci, mentre in inverno si sposta in parte nella Rocca Paolina.

Luogo Perugia
UMBRIA TERRA VIVA

Tutte le prime Domeniche del mese, in piazza Piccinino, si svolge la mostra mercato dedicata al mondo BIO, con stand di prodotti bio e artigianali, che attira non solo appassionati, ma anche curiosi di questo settore.


 
INFORMAZIONI
Tutti i dati e le informazioni che troverete nelle prossime pagine, sono stati attinti direttamente dalle fonti ufficiali. Tale decisione è stata adottata per non forviare lo spirito originario delle feste o delle sagre, di cui abbiamo elencato il periodo di svolgimento. Ricordando che questo spazio web non ha alcun scopo di lucro, rimane il diritto dei titolari dei diritti di richiedere l'aggiornamento o la modifica, in qualsiasi momento, anche se auspichiamo che tale situazione non venga messa in atto, in quanto il Titolare di informaTAXI rispetta quanto previsto da tutte le leggi e dalle norme che regolano il settore Privacy e il Copyright.
 
 

In primo Piano

la nostra selezione

Questa parte è dedicata ad un vero e proprio focus informativo su alcune specifiche occasioni, che abbiamo voluto mettere maggiormente in evidenza, rispetto a quanto fatto nella parte posta al di sopra di questa frase. Ovviamente, se sarete interessati a farci inserire altre manifastazioni, soprattutto se ne siete gli organizzatori, saremmo in grado di dare una specifica e gratuita pagina, predisposta per mettere in primo piano anche un ulteriore evento, per offrire a tutti una più completa informazione turistica, che possa ampliare la scelta.

 

Corsa dei Ceri

La corsa dei Ceri di Gubbio si svolge a maggio nellomonima città, ed caratterizzata da due particolari letture che riguardano la sua nascita, ma soprattutto la sua essenza, ovvero una religiosa una pagana. La prima la vuole come vero e proprio atto di devozione al Vescovo Ubaldo Baldassini, che vedeva gli eugubini partecipare ad una santa processione, caratterizzata da una grande luminaria arricchita da grandi candele di cera, che percorrevano le storiche vie della città, fino ad arrivare al sovrastante Monte Ingino, dove dall’11 settembre 1194, riposa il corpo di Santo Ubaldo all’interno dell’omonima Basilica. Queste strutture di cera, probabilmente, assunsero una difficoltà di trasporto e quindi, verso la fine del “500, furono sostituite con figure di legno, ricostruite in più di un’occasione. La più affascinate ipotesi invece, vorrebbe che questa manifestazione fu adottata per onorare Cerere, Dea delle messi, di cui si voleva ingraziare l’attenzione, a seconda del decorso della manifestazione. I Ceri portano sulla loro sommità i Santi Protettori delle Corporazioni che sono Sant’Ubaldo, San Giorgio e Sant’Antonio. Ovviamente, oltre ai Santi, i protagonisti della festa sono certamente i Ceraioli, per i quali costituisce vanto e virtù il portare il Cero, che era legato al tipo di mestiere che si tramandava di padre in figlio. L’obiettivo della festa è strettamente votato alla celebrazione del Patrono Sant’Ubaldo e per tale motivo ci sono delle norme ferree, che si devono rispettare, partendo dall’impegno di ogni Ceraiolo di contribuire al successo della corsa e al rispetto delle regole. Ceraiolo non si diventa ma si nasce, ma ciò non togli che anche voi, se pur “forestieri”, potrete partecipare a questa interessante manifestazione e se poi non la capite…fatevi dare spiegazioni dai “pazzerelli” eugubini.

Per informazioni
URL: www.ceri.it

 

Corsa dell'Anello

Dal 1969 a Narni, si svolge la Corsa dell’Anello, ricercata rievocazione storica del “300, che tra aprile e maggio vede questa piccola cittadina della provincia di Terni, rivivere fasti di tempi passati. Tutto parte dalla ricostruzione degli eventi che si svolgevano nell’anno 1371, in onore del Beato Giovenale, che per sua stessa natura ed origine, ha pochissimi rivali nel panorama italiano. Per l’organizzazione di questa manifestazione grande importanza assumono i Terzieri, sia quello di “Santa Maria”, di “Fraporta” e di “Mezule” che nell’insieme animano e diventano teatro di moltissimi spettacoli ed eventi legati alla storia con banchetti e mostre, con cortei e vari gruppi di musici. Molti sono gli appuntamenti da non perdere, a partire dal passaggio del Banditore alle Giornate Medievali dei Terzieri con gli ambienti Animati e la suggestiva offerta dei Ceri in Cattedrale che segue la Benedizione dei Cavalieri. Ovviamente non si deve scordare il bellissimo Corteo Storico, che vede sfilare oltre 800 figuranti, in preparazione della vera e propria sfida nel “Campo de li Giochi”. A contorno, come tutti i veri pali, esiste una vita fatta di incontri conviviali, in cui le Taverne assumono una rilevante importanza, che vi invitiamo a provare, per entrare nel vivo dell’intero evento

Ente Corsa dell'Anello

piazza dei Priori 11
05035 Narni 
URL: www.corsallanello.it

 

Eurochocolate

Dire che si tratta di una manifestazione davvero golosa, potrebbe sembrare un eufemismo, considerato che si tratta per così dire del Festival delle dolcezze e anche ovviamente del cioccolato. Proprio così, perché in questa particolare manifestazione, che si svolge ad ottobre a Perugia, vengono organizzati molti eventi, che nell’insieme, hanno lo scopo di divulgare il buon messaggio, che fin da bambini abbiamo gustato e sognato. L’evento si svolge nel mese di ottobre a Perugia, dove per le vie del centro storico si “odono” sapori e aromi speziati, illuminati dai sorrisi dei partecipanti, a cui ritorna alla mente il dolce pensiero di un’età passata, ma sempre vivo. Sicuramente, chi ha qualche remora in merito a Eurochocolate, di solito affronta la tematica della vetrina esclusivamente commerciale, arrivando a dire che, nei due fine settimana si blocca una città. Certo forse vero o per lo più, ma qual’è l’impatto sulla divulgazione del “messaggio” che una città come Perugia vuol far sapere…enorme. Infatti, la città non solo si arricchisce in quei dieci giorni, ma vive tutto l’anno come città del cioccolato, in cui non a caso risiede la Nestlé, con il suo più rinomato marchio “Perugina”. Insomma, chi la vuole cotta, chi la vuole cruda, noi vi invitiamo, poi decidete voi se le dolci note fanno al vostro caso.

Sede Operativa

via Madonna del Capezzale 13
06083 Bastia Umbra
URL: www.eurochocolate.com

 

Giostra della Quintana

Tutto ebbe inizio a Foligno nel 1946, in cui si pensò di allestire la cosiddetta Giostra della Quintana, con un tracciato di corsa differente, che solo alcuni anni dopo, vide la sua adozione, nella forma che conosciamo ancora oggi. Infatti, forse per praticità, o forse per la semplicità dei cavalieri dell’epoca, il percorso era un cerchio, senza alcuna diagonale, che ne aumentava la difficoltà. Ovviamente tale semplicistica adozione, era stata necessaria considerando che la città, in quell’epoca, dopo la guerra, era caratterizzata da una condizione di precarietà, che vedeva lentamente la ricostruzione del tessuto anche sociale. Oggi tutto è cambiato, la città ad Agosto e Settembre vive un nuovo rinascimento, con un cambiamento repentino della realtà economica, che è totalmente cambiata. Gli abitanti sono orgogliosi del loro passato e lo dimostrano nei sacrifici e nell’attenzione che mettono, nello studio dei costumi, che vengono utilizzati nella caratteristica sfilata, dove la memoria viene riportata ai tempi passati. Il Palio è sicuramente il simbolo della vittoria, ed è ambito da tutti i Rioni partecipanti, ed oggi, come per altre manifestazioni similari, è diventato una vera e propria opera d’arte. Nel 1946, gli organizzatori pensarono di suddividere Foligno in dieci rioni distinti, che sono: Ammaniti, Badia, Cassero, Controstanga, Croce Bianca, Giotti, La Mora, Morlupo, Pugilli, Spada. All’unisono, questi Rioni sono attivi nell’organizzazione e tipicizzazione della vita della zona di pertinenza, condizione che si manifesta ai suoi massimi livelli nelle attive e coinvolgenti “Taverne”, dove tra un bicchiere, il buon mangiare e l’ottima compagnia, si vive un’atmosfera che vi invitiamo a provare.

Ente Autonomo Giostra della Quintana

largo Federico Frezzi 2
06034 Foligno
URL: www.quintana.it

 

Hispellum

La città di Spello fu conosciuta nell’antichità come Hispellum, “Splendidissima Colonia Julia”, quando il grande Costantino, nel 336 d.C. riconobbe alla città l’antico ruolo di Santuario etnico Umbro. Da allora fu consentito di tornare a celebrare le manifestazioni rituali dell'antica lega delle città umbre, assumendo il ruolo di capitale religiosa degli Umbri. Hispellum rievoca queste note, con il contributo del Terziere Pusterula, del Terziere Mezota e del Terziere Porta Chiusa, che nell’insieme collaborano a prepararla e a viverla, nella maniera più fedele possibile. D’altra parte, nel mese di luglio, in questo luogo, è facile ritornare con la mente al grande periodo, perché la città è un teatro a cielo aperto, che vi racconterà il periodo da Augusto a Costantino, tramite parole, progetti, arti e mestieri e tanto tanto altro. Quindi non perdete l’occasione e visitate il percorso consigliato dagli organizzatori, per vedere trale altre via Tempio di Diana, via delle Mura Vecchie, via Borgo di San Martino, via Arco di Augusto, via San Severino, piazza dei Cappuccini/o Belvedere e le famose Torri di Properzio.

Associazione Hispellum

piazza Matteotti 3
06038 Spello
URL: www.hispellum.eu

 

Mercato delle Gaite

La manifestazione era nata a Bevagna negli anni “80 come Festa della Porchetta, anche se ben presto alcune intelligenti ed intuitive persone pensarono di arricchirla attingendo alle vie della storia, che permise di arrivare fino ai giorni nostri. Come dice il nome, il Mercato delle Gaite, che si svolge a settembre, prende il nome dai quattro quartieri della città, in cui si tiene questa meravigliosa manifestazione. Gli astanti della Gaita San Giorgio, Gaita San Giovanni, Gaita Santa Maria e della Gaita San Pietro, organizzano e vivono un reale viaggio tra gli antichi mestieri, per ricordare ed accompagnare i visitatori in un viaggio nelle “storie del passato”, fatte di poveri ma reali e concreti aspetti della vita. Per questo viaggerete tra le botteghe del mastro cartiere, oppure nella bottega della cera, passando poi per il dipintore, fino ad arrivare al setificio. Tutto questo avviene tutti gli anni, nelle vie del borgo di Bevagna, dove anche voi potrete vivere queste emozionanti giornate, guidati dalla vostra curiosità e dai colori e sapori che le antiche Gaite sapranno darvi.

Associazione Mercato delle Gaite

piazza Filippo Silvestri 1
06031 Bevagna
URL: www.ilmercatodellegaite.it
 

Perugia 1946

Manifestazione a carattere rievocativo, che si svolge a Perugia nel mese di giugno per le vie dell’antica città, con lo scopo di rivivere le gesta e le virtù della Perugia del 1416, che vedeva il condottiero Braccio da Fortebraccio, alla ribalta della storia. Nata un po' in sordina, quasi come fabbrica di una volontà ferrea dei suoi ideatori, oggi rappresenta un importante evento segnato nel calendario delle manifestazioni della città, di cui coinvolge i suoi cinque antichi quartieri, che nei tempi passati caratterizzavano il vecchio territorio. Il coinvolgimento popolare è sempre più alto e si esprime sia nella caratteristica sfilata, sia nei giochi che avvengono durante la tenzone, che Porta Eburnea, Porta San Pietro, Porta Sant'Angelo, Porta Santa Susanna e Porta Sole introducono. Ovviamente il tutto viene rifinito da Convegni e Dibattiti, legati anche dalla gastronomia del tempo, che nell’insieme vi invitano a non mancare.

Associazione Perugia 1416

via Podiani 11
06121 Perugia
URL: www.perugia1416.com/new2/
 

Palio dei Terzieri

Il Palio dei Terzieri si svolge in agosto a Città della Pieve, ed ha origine quando la città, in epoca medioevale, fu suddivisa in tre parti di territorio distinte, ovvero i Terzieri, che rispecchiavano le classi sociali del tempo. La forma della città era come un’aquila di cui alla testa corrispondeva il Terziere Castello o Classe dei cavalieri, che rappresentava l’Aristocrazia, alla pancia il Terziere Borgo Dentro, che rappresentava la Borghesia e infine l’ala e coda, ovvero il Terziere Casalino o Classe dei Pedoni, che rappresentava i Contadini. Oggi i cavalieri del Palio rievocano l’antica Caccia del Toro, sfidandosi nell’arte del tiro con l’arco, colpendo sagome rappresentanti la razza dei tori chianini, fissate su pedane mobili. Anche qui, come tutte le giostre storiche, esiste un Palio, che è ambito dai contendenti, che ansimano per diventarne custodi. Esso è costituito da un Arazzo dipinto dal maestro pievese Antonio Marroni, raffigurante gli arcieri nell’atto d rendere omaggio al Maestro di Campo, prima del segnale di inizio della competizione. Questo ambito premio viene riconsegnato dal vincitore della precedente edizione ogni 15 agosto, data in cui si svolge la manifestazione del cosiddetto Lancio della Sfida, per poi essere conservato nella sede comunale, da cui uscirà solo il giorno della Caccia, per sfilare nell’affascinante corte storico per le vie della città. Per tutta la durata della manifestazione vengono aperte le caratteristiche Taverne, dove si potranno degustare i piatti che le hanno rese famose, che a ogni anno attirano turisti provenienti da ogni dove.

Associazione Ente Palio dei Terzieri

piazza Giacomo Matteotti
06062 Città della Pieve
URL: www.paliodeiterzieri.it

 

Palio della Balestra

Il Palio della Balestra è una competizione in costume che si svolge ad agosto nella città di Gubbio e a settembre nella vicina terra toscana. Questa gara è svolta con la cosiddetta “Balestra da Postazione”, ed è effettuata dai Balestrieri di casa e da quelli di Sansepolcro che, in costume d’epoca, danno vita ad un coinvolgente scenario storico. La Freccia, la Balestra, ma soprattutto il Bersaglio o Tasso, posto a 36 metri di distanza, sono gli strumenti indispensabili e identificativi della gara. Ma coloro che sono davvero importanti sono loro, i Balestrieri, figure non mitiche ma professionali, che credono in un’arte antica, a cui dedicano la propria vita, al di là delle due date fissate, ambendo al Palio, costituito da uno stendardo diverso di anno in anno. Il tutto viene messo in scena in una delle più belle piazze di Gubbio, piazza Grande, che ogni anno accoglie i tanti figuranti, come una dolce mamma che culla questo colorato evento, che si arricchisce con i famosi Sbandieratori, che mettono in scena un fantasmagorico spettacolo che poi si rinnova al termine della manifestazione, nell’immancante Corteo Storico per le vie della città, dove anche voi potrete applaudirli.

Società Balestrieri di Gubbio

Palazzo del Bargello
06124 Gubbio
URL: www.balestrierigubbio.com

 

Palio delle Barche

Questa particolare manifestazione prende la sua linfa dagli accadimenti, che videro le due importanti famiglie nobili del perugino in lotta tra di loro. Negli annali è trascritto che tra gli Oddi e i Baglioni ci furono delle sanguinose vicende, che videro nel 1495 la cittadina di Passignano, in quel del Trasimeno, oggetto di operazioni militari, che vide gli Oddi fuggire con le barche in spalla, dal Castello verso il Lago, inseguiti dagli uomini della famiglia dei Baglioni e dei Della Corgna. Da tale evento gli organizzatori hanno allestito una rievocazione, che si svolge l’ultima domenica di luglio, e vede la partecipazione dei contradaioli dei quattro quartieri del paese. Il “Centro Storico”, il “Centro Nuovo” o “Centro Due”, “l’Oliveto” ed infine il “San Donato”, si sfidano in una irruenta e veloce “corsa” che si svolge in tre fasi. La prima prevede che le Barche dei singoli Rioni, si sfidino nel “terreno acqueo”, con lo scopo di raggiungere il Pontile. Successivamente si inizia la fase forse più faticosa, che vede i contendenti, effettuare una furibonda corsa all’interno del Centro Storico, tra le piccole e ripide vie. Nella fase del ritorno, inizia la terza fase, che si conclude in acqua, decretando l’assoluto vincitore. Nell’insieme un evento, che vede la partecipazione di tutto il paese, con spettacoli e rappresentazioni, condite dagli ottimi manicaretti, che questa parte di Umbria dona a tutti coloro che vorranno intervenire.

IAT del Trasimeno

c/o Palazzo del Comune
piazza Gramsci 1
06061 Castiglione del Lago
Telefono 075.965.82.93/94/96

 

UMBRIA JAZZ

Emozioni e Musica

La manifestazioni più importante nel panorama musicale ma non solo, che richiama migliaia di curiosi, ma soprattutto esperti e amanti si questa musica. Tutto iniziò nel 1973 quando a Villalago di Piediluco, andò in scena il primo concerto. Il programma prevedeva gli Aktuala, oltre ad altre tre serate, due a Perugia e una a Gubbio, che però fu eliminata per la pioggia. A Perugia fecero il loro esordio italiano i Weather Report, ma l'esibizione fece molto discutere per la performance della Solar Arkestra di Sun Ra, che era stata preceduta dal concerto del più famoso gruppo jazz rock italiano dell'epoca, i Perigeo. Fu però chiaro però che si trattava di una buona idea, come testimoniò il grande successo di pubblico, e da allora la è perfettamente gestita in maniera organizzata e in grado di rispondere alle più svariate esigenze e richieste, provenienti da tutto il mondo. Si svolge in altre siti regionali, ma la data più ambita è quella di luglio, quando le note ammantano le sue vie medioevali di un soave ed armonioso sound, che dalle prime ore della mattina, prosegue per tutto il dì, fino a notte fonda. Tanti sono i personaggi che si sono cimentati tra cui, Alicia Keys, Al Jarreau, B.B. King, Dee Dee Bridgewater, Elton John, Eric Clapton, Gilberto Gil, Herbie Hancock, James Brown, Liza Minnelli, Manhattan Transfer, Natalie Cole, Paolo Conte, Phil Collins, Prince, Sting, Tony Bennett e ultimo ma non ultimo Van Morrison, insomma, un'enciclopedia della migliore musica di tutti i tempi.

Fondazione Umbria Jazz

piazza Danti 28
06122 Perugia