taxi tour 3

Spello


Suggestiva cittadina alle falde del Monte Subasio, è un antico nucleo medievale cinto dalle vecchie mura ancora esistenti, in cui troviamo quattro porte di accesso che sono: Porta Consolare risalente all’ epoca di Augusto, Porta Venere, tra le gemelle Torri di Properzio, imponente opera di età romanica, Porta Urbica o di Santa Ventura e Porta dell’Arce o Arco dei Cappuccini, che si affaccia sul bel panorama della valle umbra. Altri sono i monumenti che la caratterizzano tra i quali la chiesa di Santa Maria Maggiore, la piazza del Comune con il Palazzo Comunale e il Museo Pinacoteca e la piccola ma bella chiesa di San Martino.

 

Trevi


Dedito ad un’economia agricola e della media industria, è caratterizzato da una cerchia di mura che racchiude chiese e monumenti tra cui il Torrione della Neve, esposto alla tramontana e per questo utilizzato in tempi passati come ghiacciaia. Non lontano dalla Torre troviamo il Palazzo Comunale sede della Pinacoteca, in cui sono conservati dipinti dello Spagna, del Pinturicchio e del Petruccioli, oltre alcuni marmi di origine romanica. Tra le chiese ricordiamo quella di Sant’Emiliano risalente all’età romanica, che custodisce al suo interno un Altare del Sacramento di Rocco, opera di Tommaso da Vicenza e una statua lignea di autore ignoto, mentre nella parte esterna, si presenta con una facciata in cui è collocato un altorilievo situato all’interno del timpano del portale, raffigurante il Santo tra due leoni. Le altre chiese sono quella di San Francesco con numerosi dipinti e affreschi e la chiesa di San Martino, con un particolare affresco di Tiberio da Assisi, e un prezioso Altare e un Tabernacolo in legno intagliato.

 

Spoleto


Conosciuta in tutto il mondo per la manifestazione internazionale denominata Festival dei Due Mondi, Spoleto offre al visitatore il meglio di se allietata da spettacoli teatrali e musicali delle varie nazioni partecipanti, in un atmosfera tranquilla e ovattata. Nella piazza del Duomo è da vedere la Cattedrale, con un grande portico rinascimentale ad otto rosoni con un bell’ affresco e il campanile realizzato con materiali prelevati da antiche costruzioni romaniche, che custodisce alcuni dipinti e affreschi del Pinturicchio e del Lippi, un busto raffigurante Papa Urbano VIII opera del Bernini, la Cappella del Vescovo Eroli, alcune sculture in legno del ‘500 e la preziosa Cappella delle Reliquie. Importante è il Palazzo Arnoni, il Teatro Caio Melisso e il Museo Civico di origine romanica, oltre alla chiesa di Santa Eufemia, caratterizzata da una graziosa facciata con al suo interno affreschi di scuola umbra. Proseguendo troviamo il particolare Arco di Druso Minore, intitolato al figlio di Druso fratello di Augusto risalente al I° secolo d.C; l’Arco di Monterone, situato nelle sue vicinanze, del III secolo a.C. Il Tempio Romano, facente parte dell’antico foro, in cui sono visibili alcuni elementi di una chiesa paleocristiana modificata e oggi intitolata a San Anzano. Il Palazzo Ancagliani, la Galleria Comunale di Arte Moderna e Contemporanea, con opere di artisti quali Alberto Burri, Pino Pascali, Giuseppe Capogrossi e Mario Ciroli e Renato Guttuso, oltre alla Rocca di Albornoz realizzata nella seconda metà del XIV  secolo. Essa venne utilizzata in tempi passati come carcere circondariale, dove troviamo il Cortile delle Armi e il Cortile d’ Onore da cui si ammira il Ponte delle Torri iniziato in età Romanica, che si presenta come una poderosa costruzione situata ai suoi piedi, con una lunghezza di 230 metri e una altezza di 76 metri, utilizzato come acquedotto, collegando il Colle Sant’ Elia dov’è la Fortezza, con il prospiciente Fortilizio dei Molini a Monteluco, nella cui sommità troviamo il Bosco Sacro con l’Eremo delle Grazie e il Santuario Francescano con una cappella oratorio con dipinti del XV secolo.